IL GIUOCO DELLE PARTI - TDA TEATRO

Vai ai contenuti

Menu principale:

IL GIUOCO DELLE PARTI




Il giuoco delle parti, rappresentato per la prima volta nel dicembre del 1918, è uno dei drammi in cui Pirandello esamina il triangolo moglie-marito-amante.
In esso accanto al tema delle convenzioni sociali e dell'ipocrisia, finalizzata a camuffare l'aggressività ereditata con il patrimonio biologico ancestrale, è messo in luce il rapporto tra Natura e Forma.
Ne emerge la nota teoria dei ruoli, alias delle maschere.
TDA Teatro Varese, coerente con il proposito di valorizzare i principali testi del teatro e della letteratura italiani, propone Il giuoco delle parti in versione innovativa, evidenziando gli aspetti super umani del protagonista.
Leone Gala, sconfitto nella vita e rifugiatosi in attività consolatorie come la filosofia e l'arte culinaria, impugna la teoria dei ruoli per allestire quello che in chiave moderna chiameremmo un delitto perfetto.
Il raziocinante, allucinato cultore e critico del pensiero di Bergson si serve infatti della scoperta dei ruoli per attuare una vendetta spietata quanto sottile, servendosi della fredda razionalità per soddisfare le esigenze del suo "io" offeso.

Roberto Aielli

 
Torna ai contenuti | Torna al menu